Skip to content

Il Darwinismo del cavo

by su 19 aprile 2013

cavo-hdmi-per-la-decorazione-di-ktv-2-m_ywppon1349767664342

Chi fa da sé fa per tre, è un detto che sposa perfettamente la funzione del cavo HDMI!

Mille cavi dietro la tv o scrivania, funzioni limitate e scarsa qualità di informazioni trasmesse sono stati i princiapali motivi che hanno marcato l’evoluzione del cavo partendo dalla presa SCART, cavo RCA,VGA, ecc. fino ad arrivare al cavo HDMI.

Andiamo quindi ad evidenziare le principali tappe di questa evoluzione.

Intorno agli inizi degli anni 80 televisori e videoregistratori utilizzavano vari metodi per il collegamento come i connettori RCA che per trasportare i segnali, ad esempio da televisore a videoregistratore e viceversa, si dovevano utilizzare fino a sei cavi separati con livelli di segnali video differenti che portavano a una qualità di segnale scadente.

Fu così che verso la fine del decennio entrò in uso la presa SCART che, dotata di un solo connettore, portò i seguenti benefici:

  • stabilizzazione dei livelli video/audio migliorandone la qualità
  • cablaggio domestico che è ovviamente migliore rispetto alla presenza dei tre cavi RCA, uno per ogni segnale.

Ma con l’avvento delle televisioni LCD, HD, Full HD, Led, impianti Dolby Surround 5.1 e chi più ne ha più ne metta, emersero alcuni difetti della presa SCART come: 

  • impossibilità di trasmettere i segnali audio e video in formato digitale, abbassando drasticamente la qualità dell’immagine
  • audio limitato alla stereofonia con la conseguenza di non supportare gli impianti surround a più canali.

Tutto ciò portò nel 2002 la  nascita del cavo HDMI (High-Definition Multimedia Interface) che, oltre ai pregi della presa SCART ha i vantaggi:

  • avere l’interfaccia dei segnali audio/video completamente in digitale, aumentandone esponenzialmente la qualità
  • essere compatibile con la maggior parte degli apparecchi elettronici come smartphone, TV, videogiochi, proiettori, computer, ecc.
  • ed infine, non per ordine d’importanza, la costante evoluzione della parte software del protocollo di trasmissione (oggi si contano 5 versioni) con la capacità di non variare i componenti hardware, punto che è stato una dei grandi limiti della presa SCART infatti è stato voluto fortemente dai costruttori. Si può benissimo immaginare la conseguenza sul mercato se ogni anno o più si modificasse la parte hardware!

Che cosa aspetti quindi? Passa al cavo HDMI! E se dovessi avere problemi di incompatibilità dovuta al tuo apparecchio un po’ datato non preoccuparti esistono gli adattatori ( fai la tua ricerca qui) anche se l’ideale sarebbe passare a qualcosa di più “evoluto”, insomma chi dorme non piglia pesci!

Giuseppe Giacalone

Immagine creata da me

Annunci
3 commenti
  1. Chi fa da sé fa per tre, è un detto che sposa perfettamente la funzione del cavo HDMI! Mille cavi dietro la tv o scrivania, funzioni limitate e … gamingscrivania.wordpress.com

Trackbacks & Pingbacks

  1. Trasformare il vostro smartphone in un telecomando | Il Digitale in Casa
  2. Ps4, sarà rivoluzione? | Il Digitale in Casa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: